Autore Topic: Lazio, Sarri: "Scudetto Napoli? Noi vogliamo battere l'Inter"  (Letto 123 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 32847
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Lazio, Sarri: "Scudetto Napoli? Noi vogliamo battere l'Inter"
« : Sabato 29 Aprile 2023, 15:16:11 »
www.gazzetta.it



di Stefano Cieri

Il tecnico della Lazio scatenato: "Dovremo giocare tre partite decisive in sei giorni. E il match di domani con l'Inter è stato programmato alle 12.30... Non si può pensare di rilanciare il calcio italiano prendendo decisioni assurde"

Lo scontro diretto per la Champions con l'Inter e tanto altro ancora. Maurizio Sarri spazia a tutto campo alla viglia della sfida con i nerazzurri che può essere decisiva per il campionato della sua Lazio. "E' stato apparecchiato tutto per far festeggiare il Napoli - la prima bordata del tecnico biancoceleste - pensando che noi non vinceremo a San Siro. Invece noi proveremo a farlo, tanto il Napoli lo scudetto lo ha comunque già  vinto e potrà festeggiare lo stesso". Ma l'allenatore dei biancocelesti non si ferma qui. Punta il dito pure contro un calendario che ritiene sbagliato. "Noi, come gli altri, dovremo giocare tre partite decisive in sei giorni. E il match di domani con l'Inter è stato programmato alle 12.30. Per fortuna le previsioni meteo non sono buone, ma abbiamo corso il rischio di giocare a 30 gradi. Da un lato si vuole rilanciare il calcio italiano, dall'altro poi si prendono queste decisioni assurde. E poi ci si lamenta che la Premier incassa quattro volte più di noi come diritti televisivi. Ma che spettacolo possiamo fare se ci fanno giocare in questi orari assurdi?". E Sarri non si ferma a queste considerazioni: "Peccato perché questo è un momento in cui il calcio italiano sta rimontando posizioni, ci sarebbero tutti i presupposti per tornare ai livelli di qualche tempo fa. Ma poi leggo i programmi dei dirigenti federali e si parla solo di Nazionale. Non si capisce che il problema vero sono le strutture, gli stadi. Con quelli che abbiamo non si va da nessuna parte".

Arbitri e Inter --- La vena polemica dell'allenatore della Lazio invade poi anche il terreno arbitrale. Dopo il match con il Torino aveva chiesto che venisse fermato Ghersini, il fischietto che aveva diretto la partita con i granata. Ghersini però non è stato fermato, sarà var in un match di Serie B. "Non è stato fermato, ma neppure è andato avanti - il commento di Sarri -, quindi il mio appello è stato in parte accolto". Il match di domani sarà  arbitrato da Guida, che è di Torre Annunziata. E qualcuno ha fatto notare che la designazione di un arbitro della provincia di Napoli non è stata proprio il massimo visto che lo scudetto matematico del Napoli dipende anche da cosa farà la Lazio. "Ma a me queste cose non interessano - taglia corto Sarri -. Io degli arbitri non parlo mai prima, giudico solo quello che vedo in campo". Sulla partita il tecnico dice: "L'Inter è una squadra forte come ha dimostrato nelle coppe. In più avrà mille motivazioni visto che rischia di restare fuori dalle prime quattro".
Oltre al valore dell'avversario c'è pure l'incognita delle condizioni della Lazio. "La sconfitta col Torino può essere stata solo un episodio, ma dipende da noi. E dipende anche da quello che pensavamo prima della partita con i granata. Se la nostra prestazione sottotono è dipesa da un rilassamento perché ritenevamo già  raggiunto l'obiettivo , allora dovremo stare molto attenti. Dobbiamo stare dentro la gara dall'inizio alla fine e dare più del cento per cento. Giocare con convinzione e pensare da collettivo". Immobile ci sarà. "Di testa sta benissimo, fisicamente ha superato quasi del tutto i postumi dell'incidente. Per noi è un giocatore fondamentale".

Vai al forum