Autore Topic: Lazio, perch Sarri va aiutato  (Letto 69 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 31097
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Lazio, perch Sarri va aiutato
« : Gioved 24 Agosto 2023, 09:10:12 »
www.corrieredellosport.it


Il commento di Stefano Chioffi sull'allenatote dei biancocelesti



                   ROMA - I consigli di Sarri sono rimasti su un foglio di carta. Lidea del tecnico di portare Zielinski, Berardi e Torreira a Formello non nasceva dal desiderio di diventare allimprovviso un manager globale, diviso tra schemi e scrivania, sul modello di Ferguson: ruolo distante da un personaggio che adora la tuta e il campo. Il tentativo aveva un altro obiettivo: aumentare la concorrenza interna, innalzare il livello, moltiplicare il quoziente di personalit della Lazio. Una squadra capace di produrre un calcio divino nelle giornate di grazia e di trasformarsi poi nella peggiore nemica di se stessa in certe situazioni, quando deve governare i cambi di vento che pu riservare una partita, come capitato domenica sera a Lecce. Difetto antico: i crolli di due anni fa a Bologna e Verona; i blackout della passata stagione con il Midtjylland, la Salernitana, lEmpoli, lAz Alkmaar e, sempre al Via del Mare, contro il club di Sticchi Damiani. La traccia indicata da Sarri, quando aveva inserito Zielinski, Berardi e Torreira nella lista della spesa, era semplice da comprendere: aggiungere carattere, far crescere il volume delle ambizioni e la coscienza critica di questo gruppo, che ogni tanto si rilassa e sbaglia a domare gli eventi negativi.

Lazio, il mercato a rilento in estate

Dopo il secondo posto e i soldi della qualificazione in Champions, lallenatore aveva suggerito una strada. Che era quella auspicata dai tifosi biancocelesti, disposti a fare la fila per abbonarsi, nonostante un mercato bloccato fino allinizio di agosto. Invece la societ si fatta trovare impreparata. Ha viaggiato con un fuso orario che non ha aiutato Sarri. Neppure le responsabilit di sostituire un fenomeno come Milinkovic e di doversi esibire forse contro Manchester City e Real Madrid hanno spinto il presidente Lotito a consegnare allallenatore i rinforzi prima del ritiro e delle amichevoli estive. E cos, adesso, la Lazio ancora un cantiere, un esperimento, un disegno che va tradotto e sviluppato. Kamada sta imparando a interpretare il ruolo di mezzala nel 4-3-3. Ha saltato la preparazione. Deve digerire schemi e meccanismi, ha il compito delicato di raccogliere leredit di Sergej, lo straniero che ha segnato di pi nella storia della Lazio. Paradossale che Lotito non abbia capito limportanza di consegnare il giapponese a Sarri un mese prima dellinizio del campionato. Una difficolt che si sarebbe potuta evitare, se si fosse seguita unaltra modalit al tavolo delle trattative, nel rispetto di un tecnico che ha ricevuto in passato anche i complimenti di Guardiola, ma non ancora Harry Potter.

Guarda la galleryDa Rovella a Isaksen, la carica dei nuovi trascina la Lazio in allenamento

Ecco perch Sarri va aiutato

I 74 punti della scorsa stagione avrebbero meritato maturit e tempismo, uno scatto a livello imprenditoriale. Invece Lotito ha continuato a viaggiare con il suo orologio in ritardo, senza calcolare le necessit di un allenatore che ha il culto della programmazione, perch il suo calcio non solo istinto e fantasia, ma lespressione di un gioco elaborato e complesso, dove niente deve essere casualit. Zielinski, Berardi e Torreira si sono rivelati solo una suggestione. Cos come Ricci. Messaggi che non sono stati recepiti da Lotito. Sarri non ha mai pensato di gestire il budget della Lazio sul mercato. Ha dimostrato sempre parole di apprezzamento verso una societ a conduzione familiare. Se avesse voluto lavorare con gli sceicchi, sarebbe tornato in Premier, oppure avrebbe preso un aereo per la Saudi League. Si riconosce in questa Lazio, dove tutto ruota intorno a una propriet che non porta la sigla astratta di un fondo. I tifosi lo ritengono il loro unico garante. Una condivisione totale, rafforzata dalla certezza comune che la squadra sia ancora incompleta. E il nuovo ds Fabiani ha raccolto il segnale. Servono i muscoli, la fisicit e il pressing di un mediano. stato cercato lolandese Wieffer, un metro e 88, tackle e dinamismo. Ma il Feyenoord sembra orientato a non cederlo. Lattenzione si spostata su Guendouzi, francese, altro martello, stessa et (1999), deciso a lasciare lOlympique Marsiglia. Cattura palloni, ha ritmo e adrenalina, in passato si distinto anche con lArsenal. Il centrocampo deve essere arricchito. C il tempo per centrare lobiettivo, sperando che le vecchie favole dei fax rotti e delle mail sbagliate abbiano finalmente insegnato a non ridursi allultimo minuto. Impossibile dimenticare, oltretutto, che Kamada mancher dal 12 gennaio al 10 febbraio per partecipare con il Giappone alla Coppa dAsia in Qatar. Aiutare Sarri un obbligo, ma anche un premio che gli va riconosciuto: stato lui a inventarsi una Lazio da Champions, giocando a lungo senza Immobile e un centravanti di riserva.

                Iscriviti alla newsletter LAZIOLe ultime notizie sul club, tutti i giorni, gratis nella tua mailPremendo il tasto Iscriviti ora dichiaro di aver letto la nostra Privacy Policy e di accettare le Condizioni Generali di Utilizzo dei Siti e di Vendita. RIPRODUZIONE RISERVATA

Vai al forum