Autore Topic: Lazio, domani faccia a faccia Tudor-squadra. Lotito intanto è perplesso da alcune scelte del nuovo t  (Letto 71 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 32926
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.calciomercato.com



Ripresa degli allenamenti della Lazio fissata per domani a Formello. Prima di lavorare sul campo però ci sarà quasi sicuramente un faccia a faccia tra Tudor e la squadra. Saranno analizzati gli errori commessi a Monza, ma soprattutto il tecnico chiederà conto ai suoi uomini del perché di una prestazione sottotono rispetto alle precedenti uscite. All’allenatore croato non è piaciuto l’approccio al match e il modo in cui la squadra ha iniziato già dal 30’ a tirare i remi in barca, accontentandosi dello 0-1. I biancocelesti possono recriminare per un rigore non concesso su Immobile a metà primo tempo, del quale però si è parlato pochissimo perché anche quell’episodio (per il quale peraltro nessuno ha protestato in campo, ndr) è passato in secondo piano rispetto all’atteggiamento superficiale mostrato in campo da diversi giocatori.

PRIMI DUBBI SU TUDOR - Ad aver lasciato più di qualche perplessità, tra i tifosi, ma anche nella dirigenza, c’è però anche la gestione della gara da parte dello stesso Tudor. Il nuovo allenatore in questo mese ha fatto molti esperimenti con la rosa della Lazio, costruita in realtà per il 4-3-3 di Sarri, ma in particolare il presidente Lotito non sta apprezzando la mancata valorizzazione dei giocatori a disposizione. La sostituzione di Zaccagni dopo mezz’ora ha fatto storcere il naso non solo al giocatore stesso (che non sarà punito per lo sfogo in panchina), ma anche al patron e a molti altri che hanno visto la gara. In generale, a Lotito - che in queste settimane ha rivendicato la scelta di Tudor, spendendo per lui diverse parole di apprezzamento – non piace vedere Isaksen, Rovella e Pellegrini (tre degli acquisti estivi) finiti ai margini, Romagnoli insofferente verso il nuovo sistema di difesa, Guendouzi non più sereno come prima. Ne parlerà col tecnico. In estate ci sarà un grande rinnovamento della rosa, manon si potranno certo cambiare tutti i giocatori, soprattutto senza gli introiti della Champions. Servirà quindi anche adattare il gioco a quello che si avrà a disposizione.

Vai al forum