Autore Topic: Italia spuntata, flop Scamacca-Retegui: questa volta non è colpa di Immobile  (Letto 36 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 33255
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.calciomercato.com


La resa dei conti. Nel day after è tempo di riflessioni e analisi. La sconfitta pesante - più dal punto di vista del gioco dell'atteggiamento che dal risultato - contro la Svizzera conduce inevitabilmente a studiare a fondo quanto fatto dall’Italia di Luciano Spalletti. Il verdetto del campo parla di una Nazionale carente in ogni ruolo, fatta eccezione per la porta, dove capitan Donnarumma è stato l’unico (insieme a Zaccagni) a salvarsi in quella che è stata una campagna fallimentare degli Azzurri.

Questa volta, però, il tribunale social condanna Luciano Spalletti dopo la disfatta dell’Italia. Il commissario tecnico è il bersaglio principale - se non l’unico - della critica per quelle che sono state le sue scelte. Tocca al CT il ruolo più scomodo, quello di capro espiatorio, che l’Italia calcistica era abituata ad attribuire a Ciro Immobile nel recente passato. Sì, perché è proprio vero che le vittorie sono figlie di tutti, mentre nessuno è padre delle sconfitte.

Dopo Euro 2020 il trionfo dell’Italia è stato attribuito a Mancini, ovviamente, e a tanti protagonisti del percorso fino al trionfo di Wembley, mentre nei momenti di difficoltà nel recente passato, dopo prestazioni opache e risultati deludenti, gran parte delle responsabilità sono state attribuite in maniera troppo superficiale e affrettata a Ciro Immobile, reo di non essere riuscito ad andare in gol.

Un giudizio di gran lunga lontano dalla realtà, ma che soprattutto stona all’indomani dell’eliminazione da Euro 2024 di un'Italia questa volta priva di Immobile ma con a disposizione i centravanti acclamati a furor di popolo, Gianluca Scamacca e Mateo Retegui, ma a quota zero alla voce gol segnati e assist realizzati dopo 360 minuti.

Vai al forum