#SturmLazio | Conferenza stampa, Sarri: "quotDomani servirà umiltà, finora abbiamo fallito una sola par #SturmLazio | Conferenza stampa, Sarri: "quotDomani servirà umiltà, finora abbiamo fallito una sola par -> Alla vigilia di Sturm Graz-Lazio, il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri ha parlato in conferenza (...) ---  
#SturmLazio | Conferenza stampa, Marusic: "Daremo tutto per vincere" #SturmLazio | Conferenza stampa, Marusic: "Daremo tutto per vincere" -> Alla vigilia di Sturm Graz-Lazio, il difensore biancoceleste Adam Marusic è intervenuto in (...) ---  
Lazio, Sarri: "Scudetto? Non andiamo dietro a queste cazzate" Lazio, Sarri: "Scudetto? Non andiamo dietro a queste cazzate" -> Il tecnico biancoceleste ha presentato la gara contro lo Sturm Graz di Europa League e parlato del (...) ---  
Lazio, Sarri insiste per Parisi: il piano di Lotito Lazio, Sarri insiste per Parisi: il piano di Lotito -> di Fabrizio Patania Mau ripensa al terzino sinistro dell’Empoli: Corsi chiede oltre 10 milioni e i (...) ---  
Sturm Graz-Lazio, quando lo stadio si chiamava Schwarzenegger   Sturm Graz-Lazio, quando lo stadio si chiamava Schwarzenegger -> di Elmar Bergonzini Nel 2002 i biancocelesti di Mancini giocarono nell'impianto intitolato al (...) ---  
#FiorentinaLazio | I precedenti con l'arbitro Maresca  #FiorentinaLazio | I precedenti con l'arbitro Maresca -> La designazione arbitrale per la 9ª giornata di Serie A TIM ha assegnato la gara Fiorentina-Lazio (...) ---  
Serie A TIM | Fiorentina-Lazio, la designazione arbitrale Serie A TIM | Fiorentina-Lazio, la designazione arbitrale -> La 9ª giornata di Serie A TIM Fiorentina-Lazio, in programma lunedì 10 ottobre 2022 alle ore 20:45 (...) ---  
Sturm Graz, l’ex Schopp: “Lazio crème de la crème. Milinkovic e Pedro…” Sturm Graz, l’ex Schopp: “Lazio crème de la crème. Milinkovic e Pedro…” -> Ancora un giorno d’attesa e poi Sturm Graz e Lazio scenderanno in campo per affrontarsi in quella (...) ---  
Lazio made in Italy:  Sarri e la svolta tricolore  Lazio made in Italy: Sarri e la svolta tricolore -> di Stefano Cieri Sei titolarisono italiani.E gli altri sono stranieri da tanto tempo nel nostro (...) ---  
LaziAlmanacco di mercoledì 05 ottobre 2022 LaziAlmanacco di mercoledì 05 ottobre 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di mercoledì 05 ottobre 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
LaziAlmanacco di martedì 04 ottobre 2022 LaziAlmanacco di martedì 04 ottobre 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di martedì 04 ottobre 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
SERIE A TIM - ROMA vs LAZIO DEL 6 NOVEMBRE 2022 – VENDITA DEI TAGLIANDI SERIE A TIM - ROMA vs LAZIO DEL 6 NOVEMBRE 2022 – VENDITA DEI TAGLIANDI -> La S.S. Lazio comunica le date e le modalità della vendita dei tagliandi del prossimo derby di (...) ---  
Lazio, per Milinkovic aria di un'annata da record Lazio, per Milinkovic aria di un'annata da record -> di Carlo Roscito Sergej sempre più protagonista: già 3 reti e 5 assist in 8 giornate: può vivere (...) ---  
Lazio, Massimo Maestrelli: “Sarri è l’uomo giusto per un sogno” Lazio, Massimo Maestrelli: “Sarri è l’uomo giusto per un sogno” -> Il figlio del grande Tommaso ha parlato della sua squadra del cuore e delle emozioni vissute (...) ---  
Gregucci: "La Lazio ha dominato, l'atmosfera dell'Olimpico è stata magica" Gregucci: "La Lazio ha dominato, l'atmosfera dell'Olimpico è stata magica" -> Per commentare la vittoria di ieri contro lo Spezia, l'ex calciatore biancoceleste Angelo (...)

Autore Topic: Cifre impietose, così il calcio italiano brucia soldi e giovani  (Letto 58 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 29149
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Cifre impietose, così il calcio italiano brucia soldi e giovani
« : Giovedì 14 Luglio 2022, 13:00:04 »
www.iltempo.it



di Christian Campigli

Profondo rosso. Ad un passo da un clamoroso fallimento. L'architrave economico sul quale si regge il calcio italiano non è, semplicemente, più sostenibile. O ci saranno delle svolte nette, e non le solite chiacchiere da bar, o si rischia la catastrofe. Oltre 4 miliardi di debiti in 12 anni, in pratica un milione di euro al giorno. Quattro società su cinque con bilanci in perdita. Un costo del lavoro aumentato "in modo spropositato" che, al netto delle plusvalenze, rappresenta il 92% del fatturato complessivo dei club. Questi "i dati impietosi" contenuti nella dodicesima edizione del ReportCalcio, il documento sviluppato dal Centro Studi Figc in collaborazione con Arel (Agenzia di Ricerche e Legislazione) e PwC Italia (PricewaterhouseCoopers), presentato dal presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, negli studi di Sky Sport e riportato questa mattina dall’agenzia di stampa Agi. 

                      "Questi dati sono un monito importante per il nostro mondo - ha spiegato il numero uno della Figc - Abbiamo attraversato un momento di grande criticità sotto il profilo dell'indebitamento e negli ultimi 12 anni abbiamo accumulato 4,1 miliardi di euro di rosso aggregato. Il costo del lavoro continua a crescere e oggi impatta sul valore della produzione per il 66%, che purtroppo diventa il 92% al netto delle plusvalenze. La pandemia ha esacerbato queste difficoltà: è evidente che serve una rivoluzione culturale per mettere sotto controllo i costi”. 

                           
                      Nel 2020-2021 il valore della produzione della Serie A si è attestato al di sotto della soglia dei 3 miliardi di euro (2,996 miliardi di euro, -1,4%). I ricavi da ingresso stadio ammontano ad appena 28,5 milioni, in decremento di 209,9 rispetto al 2019-2020 e di 272,5 in confronto al 2018-2019 (ultima stagione pre-pandemia). Va poi ricordato come negli ultimi 15 anni in Europa siano stati realizzati un totale di 187 nuovi impianti, con un investimento pari a 21,7 miliardi di euro; le principali nazioni in termini di nuovi stadi sono Turchia e Polonia (29 impianti), Germania (17) e Russia (16). In Italia sono appena cinque (Juventus, Udinese, Frosinone, Albinoleffe e Sudtirol), per colpa della crisi e della burocrazia. Una situazione drammatica, quella del nostro football, che si evidenzia anche nel calciomercato estivo: pochissimi colpi, qualche campione di ritorno e un numero altissimo di calciatori di media levatura andati a scadenza e, attualmente, ancora disoccupati.

Vai al forum