Autore Topic: Immobile, una magia per Sarri e Mancini  (Letto 73 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 30137
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Immobile, una magia per Sarri e Mancini
« : Venerd 17 Febbraio 2023, 09:07:47 »
www.corrieredellosport.it



Leggi il commento alla vittoria della Lazio contro il Cluj in Conference League

di Alberto Dalla Palma

                   La magia di Ciro Immobile risolleva la Lazio e le consente anche di sostenere e vincere una partita che dopo qualche minuto era diventata come la salita del Tourmalet per un ciclista in difficolt. Lespulsione di Patric, discutibile, frettolosa e contestabile, aveva messo la squadra di Sarri nelle condizioni peggiori per affrontare il Cluj in un turno infrasettimanale sempre sofferto dai biancocelesti. Larbitro Pawson, sostenuto dai colleghi al Var, ha cacciato lo spagnolo nonostante Felipe Anderson fosse ancora in grado di intervenire sulla volata di Krasniqi, comunque fermato abbondantemente fuori dallarea: il rosso al centrale chiamato a sostituire Romagnoli e i successivi gialli, ai limiti del ridicolo, sferrati davanti a Zaccagni e a Milinkovic, avevano fatto credere a unaltra serata nera, con lo sgradito contributo dellarbitro, ma tutti i brutti pensieri sono svaniti qualche secondo prima dellintervallo grazie alla prodezza di Ciro.


Un gol che rappresenta un segnale

Un calcio al volo di destro sullo scavino di Felipe: una punizione studiata, probabilmente, per un gol che potrebbe rappresentare un segnale non soltanto per Sarri ma anche per il ct Mancini a un mese dallinizio delle qualificazioni europee con la sfida di Napoli contro lInghilterra. S, perch tutti i candidati del ct (e della critica) designati per sostituire Immobile dopo laddio al Mondiale sono pi o meno scomparsi. Non si trovano grandi tracce, in Italia e allestero, di Scamacca, di Belotti, di Pinamonti, di Bonazzoli e dello stesso Kean, mentre Berardi e Raspadori, eventuali falsi nueve della Nazionale, resteranno fermi ai box fino a data da destinarsi. E cos, se fosse necessario, pronto a riemergere Immobile, fermo a lungo e in gol sono una volta, prima di ieri sera, nel 2023: segn l1-0 della grande illusione laziale e Lecce, poi di nuovo il buio e i clamorosi errori di sabato scorso contro lAtalanta, una delle cause della sconfitta biancoceleste. Conclusioni molto pi facili rispetto a quella di ieri sera ma evidentemente la condizione in crescita e il capitano pi tranquillo: la rete numero 191 con la maglia della Lazio ha consentito a Sarri di vincere in dieci contro undici una partita difficilissima ma comunque stradominata anche sotto il profilo tattico ed motivo.


L'impeccabile Gila

Dopo il comprensibile momento di shock per lespulsione di Patric e la sostituzione del piccolo Marcos Antonio con lultimo centrale difensivo a disposizione, limpeccabile Gila, la squadra di Mau si riorganizzata e ha alzato una diga davanti alla difesa, pronta a ripartire con velocissimi contropiede che hanno messo in difficolt il Cluj. Senza il rosso allo spagnolo, probabilmente la Lazio avrebbe chiuso il conto gi in questa partita di andata perch gli avversari sono sembrati davvero modesti: l1-0 rappresenter comunque un buon punto di partenza per il ritorno, con la speranza che venga sfatata la maledizione degli appuntamenti infrasettimanali. Ma la nota positiva, ovviamente, resta quella del recupero di Immobile, che aveva bisogno di un gol per riaccendersi. Per puntare ad un posto in Champions, la Lazio e Sarri hanno bisogno del solito Ciro, che ha messo nel mirino quota 200: gli mancano 9 gol e potrebbero essere proprio quelli per lEuropa di oggi e lEuropa di domani.


Vai al forum