Autore Topic: Laltalena infinita della Lazio  (Letto 23 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 30137
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Laltalena infinita della Lazio
« : Mercoled 8 Marzo 2023, 08:03:26 »
www.corrieredellosport.it



Leggi il commento alla sconfitta in Conference League dei biancocelesti

di Alberto Dalla Palma

                   Non c stato neanche il tempo di festeggiare il trionfo di Napoli che arrivata la sconfitta contro lAz in Conference: le possibilit che la Lazio scenda dalla sua personalissima altalena oramai sono molto ridotte, anche perch la squadra si messa nelle condizioni peggiori per affrontare il ritorno in Olanda. Dovr vincere, e anche bene, per andare ai quarti, e ormai lo sappiamo che i molteplici impegni sono un peso quasi insopportabile per i giocatori e per lo stesso Sarri, che da quando arrivato a Formello nelle Coppe ha raccolto solo e soltanto delusioni. Come se non fosse bastato uscire da un girone di Europa League dove di livello cera solo il Feyenoord, adesso arrivato anche il ko con lAz che alza nubi densissime anche sul futuro in Conference. Della Coppa Italia neanche possiamo parlare, perch appena la Lazio si presentata nella competizione stata sbattuta fuori la stagione scorsa dal Milan in poco pi di mezzora e dalla Juve allinizio dellanno solare.  

chiaro che la squadra soffre gli impegni ravvicinati, di questo ormai c una certezza matematica dimostrata dai risultati. Non solo perch il tecnico chiede il massimo dellintensit e della concentrazione anche quando si gioca a ripetizione ma anche perch la rosa non permette a Mau di cambiare molti titolari tanta la differenza tra chi scende in campo e chi aspetta in panchina. E qui bisognerebbe parlare anche dellassenza di un vice Immobile abituato a giocare in mezzo allarea di rigore: forse se le due occasioni di Felipe nella ripresa, quando la partita era gi compromessa ma poteva essere ancora riaperta, fossero capitate a un centravanti di ruolo la sfida non sarebbe finita 2-1 per lAz. Il ds Tare ha spiegato che le scelte del brasiliano e del giovane Cancellieri come alternative a Ciro erano state concordate con il tecnico; Sarri, invece, ha fatto capire che il senatore Lotito non era nelle condizioni di investire ancora sul mercato (qualsiasi allenatore vorrebbe comprare cinquanta giocatori ma non sempre possibile...) dopo aver speso 12 milioni per Maximiano, 6 per Gila, 10 per Marcos Antonio e poco meno per Cancellieri, cio quattro riserve a cui Sarri chiede aiuto solo in casi di disperazione accertata.  

La Lazio ieri sera ha pagato anche il suo atteggiamento dopo l1-0 di Pedro, primo giocatore a segnare in Champions, in Europa League e in Conference. Non si applicata, complice anche una delle peggiori versioni di Milinkovic, e ha diminuito la sua attenzione in modo evidente consentendo allAz di ribaltare la contesa sfruttando due uscite dal basso sbagliate. Una filosofia cos ossessiva che non viene mai abbandonata, neanche nei momenti pi difficili, come quello in cui Pedro ha perso un pallone letale. Detto questo, la squadra di Sarri avrebbe potuto segnare anche quattro o cinque gol, se solo avesse avuto un centravanti o, ovviamente, lo stesso Immobile. In vista del ritorno, proprio la capacit di affondare nella difesa olandese esibita allOlimpico dovr dare la spinta a Mau e ai giocatori di crederci, anche se a tre giorni dal derby non sar facile per il tecnico scegliere gli undici titolari e, soprattutto, convincerli che bisogna fare la guerra per entrare nei quarti di Conference. 

Vai al forum