Autore Topic: La Juve si arrende a Zaccagni, Lazio sempre più seconda  (Letto 147 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 33275
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
La Juve si arrende a Zaccagni, Lazio sempre più seconda
« : Sabato 8 Aprile 2023, 23:00:46 »
www.gazzetta.it



di Nicola Berardino

I biancocelesti allungano a +7 sull'Inter, quinta e prima squadra fuori dalla zona Champions. Vantaggio di Milinkovic al 38', pari di Rabiot dopo 4' e rete decisiva dell'azzurro al 53'

Vola la Lazio. Con una gran prova liquida 2-1 la Juventus, un’altra big caduta all’Olimpico, e rafforza il suo secondo posto: ora sono diventati cinque i punti sulla terza posizione, agganciata dalla Roma. Gara viva e intensa dall’inizio alla fine. Milinkovic sblocca il risultato nel finale del primo tempo, ma la Juve riacciuffa subito il pari con Rabiot. Il gol-partita è di Zaccagni all’8’ della ripresa. La Juve prova a risalire da una partita vissuta con sofferenza, però non riesce ad evitare la sconfitta. Olimpico ancora una volta fatale ai bianconeri: il 5 marzo avevano perso contro la Roma.

RABIOT RISPONDE A MILINKOVIC --- Sarri ritrova Marusic dopo un turno di squalifica e rilancia Immobile dal primo minuto. Due novità nella Juventus guidata in panchina da Landucci (Allegri è rimasto a Torino causa influenza): rispetto alla semifinale di Coppa Italia di martedì contro l’Inter, tornano tra i pali Szczesny e in difesa Alex Sandro. Il primo tiro è della Lazio: dalla distanza ci prova Luis Alberto, para Szczesny. Replica la Juve: colpo di testa di Vlahovic in acrobazia, fuori. Avvio intraprendente della formazione di Sarri. Due incornate di Milinkovic sul fondo. Al 13’, il serbo penetra in area, ma perde l’attimo giusto e Bremer libera. Aumenta la pressione della Lazio. Al 29’, Szczesny è pronto a ribattere un pericoloso destro incrociato sferrato da Immobile. Juventus compatta in fase di copertura e agile nelle ripartenze. Anche la Lazio è molto corta sul piano tattico. Al 38’ la squadra di Sarri schioda il risultato. Zaccagni pesca in area Milinkovic: il sinistro del serbo va a segno. Gol convalidato dopo un check del Var per un contatto tra Milinkovic e Alex Sandro. Quattro minuti dopo arriva il pareggio. Angolo di Di Maria, Provedel ribatte una capocciata di Bremer e un tocco di Rabiot che poi trova il colpo vincente. Si conclude a 607 minuti l’imbattibilità di Provedel. Cartellino giallo a Locatelli per un’entrataccia a gamba tesa su Milinkovic: proteste laziali. Il primo tempo termina sull'1-1.

ZACCAGNI FA 10 --- Nella ripresa la Juventus parte all’attacco. La Lazio riguadagna subito campo e all’8’ si riporta in vantaggio. Traversone di Felipe Anderson dalla destra, con uno spettacolare colpo di tacco Luis Alberto smista su Zaccagni che in diagonale fulmina Szczesny. Decimo gol in campionato per l’attaccante biancoceleste, che al 12’ si vede annullare una rete per fuorigioco su lancio di Milinkovic. Gara spigolosa e con tensioni crescenti. Al 17’, Juve pericolosa con Vlahovic: colpo di testa di poco lato. Tripla sostituzione tra i bianconeri: entrano Paredes, Chiesa e Milik per Locatelli, Kostic e Vlahovic. Nella Lazio Pedro rileva Immobile, non ancora al meglio della condizione. Al centro dell’attacco si sposta Felipe Anderson. Al 25’ Sarri avvicenda Cataldi con Vecino. E nella Juve Danilo dà il cambio a Cuadrado. Occasionissima per i bianconeri al 39’: servito da Chiesa, Fagioli calcia a volo: traversa sorvolata. Zaccagni claudicante cede il posto a Basic. Fagioli sostituito da Miretti. Assalto finale della Juventus. Paredes al tiro: di poco fuori. Ritmo alto su entrambi i fronti. Cinque minuti di recupero. La Lazio si divincola dalla morsa bianconera: all’attacco con Milinkovic e Pedro prima del fischio finale. Settimo risultato utile di fila per la Lazio e Sarri esulta anche per il suo primo successo da ex contro la Juventus.

Vai al forum