Autore Topic: Lazio, caccia al nuovo diesse: Lotito prende tempo  (Letto 106 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 31654
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Lazio, caccia al nuovo diesse: Lotito prende tempo
« : Mercoled 7 Giugno 2023, 09:04:24 »
www.corrieredellosport.it



di Daniele Rindone

Sul tavolo la nomina di Fabiani o lo staff allargato con Calveri. Poi le candidature esterne 


                   C un silenzio nel coro di alleluja (degli oppositori) e di riconoscenza (di tanta gente comune e non) che ha accompagnato luscita del diesse Tare, da 48 ore sommerso da telefonate e messaggi, oggi a Formello per un pranzo di saluto con dirigenti e dipendenti. Il silenzio di Claudio Lotito, il presidente. Manca la voce principale. Non ha diramato comunicati, non si fatto sentire. Tace, Lotito. Chiss fino a quando, chiss se per sempre. Non ha pi figliocci nella Lazio (Inzaghi, Peruzzi, Tare) a meno che Sarri non lo convinca a richiamare Angelino. E un presidente-pap che deve decidere come ricomporre i quadri dirigenziali, diventati realmente familiari per la presenza della moglie Cristina (supervisore organizzativo) e del figlio Enrico (direttore generale del settore giovanile). Ho le idee chiare, ha confidato a Sarri prima di Empoli.


Lotito e le scelte per il futuro

Nulla mai scontato con Lotito. Le sue scelte hanno lunghe gestazioni e quelle pi scontate non sempre si concretizzano. Il presidente, quando deve scegliere un allenatore, apre le consultazioni: Lallenatore serve a luglio, ripete a cantilena. Il diesse ha un ruolo diverso, dovrebbe essere gi operativo. Ma il Lotito factotum galoppa solitario verso il futuro. Ha gi condotto il mercato 2022-23, il primo con Tare separato in casa. Non ha problemi a condurre almeno inizialmente il mercato Champions con la regia di Sarri, ispiratore di nomi. Le mosse. Lotito finito in una bolla di silenzio dopo laddio di Tare, ma un silenzio attivo. Sta valutando ogni opzione possibile per garantire alla Lazio una direzione sportiva. In casa pu riferirsi ad Angelo Fabiani, braccio destro di Lotito a Salerno, attuale direttore della Lazio Primavera e della Lazio Women. Ha portato i granata in A, stato diesse scalando le categorie (13 promozioni in carriera, due in A con Messina e Salernitana). Lotito lo ha portato a Formello un anno fa, a tutti sembr gi destinato ad assumere lincarico di diesse. Fabiani aspetta di capire che sar del suo ruolo.


Lo staff allargato

E spuntata anche lipotesi della creazione di uno staff allargato, composto da Fabiani e dal segretario Calveri. Le candidature esterne, di diesse sotto contratto (Accardi dellEmpoli) o liberi, sembrano rappresentare uno scenario secondario, ma fino allultimo non andranno escluse. Balla anche il ruolo di club manager, luscita di Tare pu riavvicinare Angelo Peruzzi alla Lazio. Sarri lo rivorrebbe a Formello, c gi stato un contatto, non recentissimo. Il futuro. Lotito chiamato a scelte cruciali per portare la Lazio in una dimensione nuova, partendo dal secondo posto e dalla Champions. Deve garantire al club una continuit di traguardi mai avuta prima. Ha puntato tutto su Sarri, allenatore e adesso anche manager. Ma non pu destrutturare la societ a quasi ventanni dal suo arrivo. Incasser 50 milioni dalla Champions, spera di incassarne il pi possibile da Milinkovic (almeno una trentina di milioni), circa 9 li garantir il secondo posto e un gruzzoletto pu arrivare attraverso le cessioni degli esuberi (una percentuale di incasso del 50% legata alleventuale cessione di Muriqi, la riconoscerebbe il Maiorca). Soldi e potere mette in palio la nuova House of Cards di Formello.

Vai al forum