Autore Topic: DAmico, doppio funerale per lo storico capitano della Lazio  (Letto 58 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 31654
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
DAmico, doppio funerale per lo storico capitano della Lazio
« : Luned 3 Luglio 2023, 10:02:40 »
www.corrieredellosport.it


Camera ardente in Campidoglio dalle 13 alle 19, martedì le esequie a Ponte Milvio, mercoledì la funzione funebre anche a Latina  



                   ROMA - Era un artista del calcio italiano, come ha ricordato Bruno Giordano, gemello della Lazio con laquila sul petto nel decennio successivo allo scudetto del 1974. E stato una bandiera senza macchia e peccato, capitano e numero 10 nelle fasi pi critiche e complicate del club biancoceleste, costretto a vivere pericolosamente e senza troppi soldi, retrocesso due volte in Serie B. Trasmetteva in senso trasversale lappartenenza e la fierezza della banda Maestrelli, invulnerabile a qualsiasi tipo di rivalit. Una foto di Vincenzo DAmico rimbalza sui social da inizio maggio, erano i giorni in cui aveva annunciato su Facebook di essere malato. E seduto sul prato dellOlimpico davanti a Roberto Pruzzo, ex centravanti della Roma, in panchina con Carlo Ancelotti, allepoca infortunato e vestito in borghese: ridono e scherzano, da veri amici. Era ancora possibile a quei tempi e in un mondo del calcio assai meno inquinato di oggi dallodio e dallipocrisia.

Due camere ardenti e due funerali

Certi sentimenti resistono e di sicuro nelle prossime ore, come accaduto sabato quando si diffusa la notizia della sua morte, lintero calcio italiano, non solo il popolo della Lazio, gli render omaggio. Il Comune di Roma, attraverso il sindaco Gualtieri e lassessore Onorato, hanno provveduto in modo tempestivo. Sar possibile salutare DAmico unultima volta. La camera ardente, allestita in Campidoglio, sar aperta dalle 13 alle 19. La moglie Simona, i figli Matteo, Nicol e Alessandro, il fratello Rosario accoglieranno gli amici di Vincenzo e migliaia di tifosi. I funerali si terranno domani mattina (ore 10,30) alla Chiesa Gran Madre di Dio, nella piazza di Ponte Milvio. La stessa chiesa in cui vennero officiati i funerali di Tommaso Maestrelli (nel 1976) e Bob Lovati (nel 2011). Il Cristo Re a viale Mazzini, diventata negli ultimi anni un punto di riferimento per il mondo laziale, era indisponibile per lavori di restauro. Vincenzo DAmico riposer a Latina e aveva espresso la volont di organizzare il funerale nella sua citt di nascita. Alla fine il figlio Matteo e la famiglia si sono convinti, accogliendo le richieste di amici, ex compagni di squadra della Lazio e tifosi affezionatissimi, trovando una soluzione che accontentasse tutti. Dopo Roma, anche Latina saluter Vincenzo: la camera ardente, al Museo Cambellotti, verr aperta domani dalle 15 alle 19. Mercoled mattina (ore 10) il funerale bis nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Goretti. Si tratta delloratorio dei Salesiani in cui da bambino aveva cominciato a giocare a pallone. Dal 1964 al 1969 nel Cos di Latina, poi lAlmas prima di abbracciare la Lazio, dove si sarebbe sviluppata quasi interamente la sua carriera. Lintervallo di una stagione al Toro, la chiusura con la Ternana.

Lultima volta allo Stadio Olimpico

Non si mai separato mentalmente dal biancoceleste, sempre nei suoi pensieri e nel suo cuore. Un tifoso vero, non solo una bandiera o lex capitano. La Lazio gli apparteneva come se ne facesse ancora parte. Viveva cos, anche negli ultimi mesi di vita, quel rapporto intenso, cordiale e scherzoso con i cronisti che seguivano la squadra, compreso quelli nati (professionalmente) molti anni dopo il 1974. Un tratto distintivo della banda Maestrelli, amici da sempre del Corriere dello Sport-Stadio. Lultima volta allo stadio Olimpico risale a sabato 8 aprile, Lazio-Juve 2-1: era in Monte Mario con Massimo Piscedda e il suo amico Francesco Maiolini, ad di Banca del Fucino. Pubblicammo la foto sul giornale. La mattina successiva gli scrivemmo un messaggio di auguri pasquali, scherzando sullassist di tacco di Luis Alberto per il gol di Zaccagni: Lo ha fatto perch ceri te, il pi grande numero 10 della storia della Lazio, in tribuna. Vincenzo, sorridendo come al solito, rispose in modo impareggiabile. So che avete fatto vedere i filmati delle mie partite e Luis, giorno dopo giorno, impara. Ma stato bravo. Sul serio.

Guarda la galleryLazio, morto Vincenzo DAmico: le foto pi iconiche della sua carriera

                Iscriviti alla newsletter LAZIOLe ultime notizie sul club, tutti i giorni, gratis nella tua mailPremendo il tasto Iscriviti ora dichiaro di aver letto la nostra Privacy Policy e di accettare le Condizioni Generali di Utilizzo dei Siti e di Vendita. RIPRODUZIONE RISERVATA

Vai al forum