Autore Topic: Tudor: "Alla Lazio il tecnico è chiave per il progetto"  (Letto 90 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 33037
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Tudor: "Alla Lazio il tecnico è chiave per il progetto"
« : Domenica 24 Marzo 2024, 20:09:58 »
sport.quotidiano.net


Le parole del tecnico croato durante la conferenza stampa di presentazione

Roma 24 marzo 2024 - Il nuovo avanza e dopo aver consumato il divorzio con Sarri, la Lazio abbraccia il suo neo allenatore. Igor Tudor sarà la guida tecnica dei biancocelesti e nella giornata di ieri si è presentato ai giornalisti in conferenza stampa. Ecco le parole dell'allenatore, accompagnato dal presidente Lotito.

A inaugurare l'era Tudor è il presidente stesso, il quale prende per primo la parola nella sala stampa biancoceleste. "Ho il piacere di essere qui perché ritenevo fosse indispensabile portare il mio saluto. Il cambio di allenatore è una scelta ponderata a seguito di un evento imprevisto. Tudor ha i requisiti e le caratteristiche idonee per far esprimere al meglio i nostri calciatori, sia sotto il profilo tattico che motivazionale. La mia scelta non è stata una scelta fatta per tamponare un'emergenza, ma per partire con un progetto nuovo per rilanciare la Lazio, una squadra che può fronteggiare alla pari con tutti. Il mio rapporto col mister non è nato prima delle dimissioni di Sarri, l'ho chiamato dopo le dimissioni e dopo aver fatto un'attenta valutazione su quelle che potevano essere le persone per sostituirlo. Ho fatto una scelta convinta e sono contento perché ho trovato una persona sana dal punto di vista morale e comportamentale. È come me: se deve dire una cosa la dice e non ha retropensieri".

Che squadra ha trovato dal punto di vista mentale e motivazionale?

"Innanzitutto ho trovato mezza squadra, molti sono via con la Nazionale. Ho avuto un'ottima impressione sotto tutti i punti di vista. Sono bravi ragazzi disposti a lavorare e con cultura del lavoro stesso. Sarri ha costruito questo e bisogna dargli merito. I ragazzi sanno che bisogna fare meglio, ma vedere questa professionalità è incoraggiante. Dovrò attuare il cambiamento in modo giusto, mantenere quello che mi piace, aggiungendo qualcosa di mio".

Che cosa le ha fatto accettare la Lazio? Lei era vicino anche al Napoli…

“La Lazio è una squadra importante, solo in pochi non vorrebbero venire qui. Si accetta perché è la Lazio. Da fuori ho avuto l’impressione che il tecnico fosse importante per il progetto. C'erano tutte le cose giuste per fare un buon percorso. Sulla tattica? Valuteremo in corsa. Certo si preferiscono quelli più vicini alle proprie scelte tecniche, lavoreremo su questo e ovviamente anche per il futuro, ma prima ci sono questi due mesi con tante partite da vincere”.

Vai al forum